Torino, al concerto del Piotta lo struggente ricordo di Stefano Leo, ucciso ai Murazzi

"Sono sicura che Stefano stasera sia qui con noi, anche se saremmo dovuti essere qui con lui. Mi piace immaginarlo su quella grande onda che ci sorride, e noi come il suo esercito. L'esercito del surf. Ciao Stefano, sempre con noi". Con queste parole dei colleghi la grande onda di affetto ed entusiasmo per Stefano Leo ieri notte ha invaso i Murazzi sulle note delle canzoni del rapper romano Piotta. Sotto e sopra il palco del Csa Murazzi, amici, colleghi e conoscenti di Stefano, il 33enne ucciso sul Lungo Po Machiavelli lo scorso 23 febbraio proprio a poche centinaia di metri dal locale, hanno ballato e cantato per lui e con lui. Come Stefano aveva fatto in un video, girato circa 24 ore prima della sua morte in cui, a cena con i colleghi del negozio K-way di Piazza Cln ballava la "Grande Onda". La canzone ieri gli è stata dedicata dall'artista romano che aveva già annunciato questa decisione sulla sua pagina Facebook.

Gli altri video di Spettacoli