Israele, tragedia sul monte Meron: Netanyahu visita la zona e viene contestato dai fedeli

Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu si è recato sul Monte Meron, dove almeno 44 persone hanno perso la vita e altre 150 sono rimaste ferite in un incidente avvenuto durante un raduno religioso. Netanyahu è stato contestato dai fedeli rimasti sul luogo della tragedia. Al termine della visita, il premier israeliano ha annunciato che domenica 2 maggio ci sarà una giornata di lutto nazionale. "Ci uniremo tutti nel dolore delle famiglie e in preghiera per i feriti", ha aggiunto dopo aver finito la visita sul luogo del disastro. "Ci sono state qui scene strazianti: persone schiacciate a morte, inclusi bambini. Gran parte dei morti ancora non sono stati identificati". "E' stato - ha concluso - uno dei peggiori disastri nella storia del paese. L'operazione veloce di salvataggio  ha evitato un bilancio ancora più pesante".

Gli altri video di Mondo