George Floyd, visite e fiori al cimitero per le vittime nere della polizia dopo condanna di Chauvin

Decine di persone hanno visitato e portato fiori al cimitero "Say Their Names", un memoriale simbolico istituito per onorare le vittime nere, innocenti, uccise dalla polizia negli Stati Uniti. Il cimitero è stato creato non lontano da dove George Floyd è stato ucciso un mese dopo la sua morte, a giugno 20202, da due ragazzi: ci sono 100 lapidi di cartone, plastica e carta che vogliono onorare le vite dei neri. Doveva restare lì per un fine settimana, c'è ancora. Dopo la condanna per omicidio non intenzionale di secondo grado, omicidio di terzo grado e omicidio colposo di secondo grado per l'ex ufficiale di polizia Derek Chauvin centinaia di persone hanno visitato il simbolico cimitero e portato fiori sulla lapide di Floyd.

Gli altri video di Mondo