Truffa dei diamanti: cosa c'è da sapere

Potrebbero essere un migliaio i friulani che dal 2003 a oggi sono stati convinti a comperare diamanti attraverso quella che gli addetti ai lavori chiamavano “finanza emozionale”. Perché? Perché rispetto a un bond argentino o un’azione Parmalat, l’emozione di stringere tra le mani una pietra preziosa non ha eguali. Per questo, alla truffa dei diamanti in Italia ci hanno creduto almeno in 40mila. Principalmente si tratta di quei clienti considerati i più affidabili dalle banche, quelli che cercavano sempre investimenti a bassissimo rischio. (A cura di Eleonora Giovinazzo)

Gli altri video di Cronaca locale