Messa dello spadone, l'accusa di monsignor Carlino: "Troppi morti Covid. Valgono più le regole o le persone?"

In un Duomo di Cividale semideserto, se rapportato ai consueti parametri della storica messa dello Spadone, è echeggiato il più forte atto d'accusa mai risuonato dal pulpito in una celebrazione dall'omelia tradizionalmente socio-politica. "Un terzo, addirittura un terzo degli ospiti della Casa per anziani di Cividale - ha scandito l'arciprete, monsignor Livio Carlino - ha lasciato questo mondo nel giro di qualche settimana. Voglio ricordare qui, la settantina di persone portate via dalla pandemia, perché le loro vite non siano dimenticate. E' possibile che nel XXI secolo possano accadere cose del genere? Abbiamo fatto tutto il possibile per salvaguardare i nostri anziani, che rivestono un ruolo preziosissimo, rappresentando la memoria storica di un'intera comunità?".

Gli altri video di Cronaca locale