La protesta contro la disabilità diventa un rap: ecco "Vorrei prendere l'autobus"

Nicolò Vadnjal – 19 anni, di Tavagnacco, affetto da una malattia neuromuscolare da quando è nato e costretto su una sedia a rotelle – e l’amico Tomas Prodorutti, anch’egli 19enne, hanno scritto una canzone. Si chiama “Vorrei prendere l’autobus” e nasce a pochi mesi dal lancio della campagna di sensibilizzazione #vorreiprenderelautobus, voluta da Nicolò per rendere pubblica la questione dell’accessibilità, creare fermate abilitate che consentano a chiunque di raggiungere Udine senza problemi. La canzone – incisa grazie a The Groove Factory – è stata interpretata dal giovane di Tavagnacco e da Luisa Beorchia, in arte Elle, voce principale del ritornello, mentre Tomas con Erika Urli, hanno fatto la seconda voce. La melodia che torna tra una strofa e l’altra è: «Vorrei prendere l’autobus, ma non me lo lasciano fare, vorrei prendere l’autobus, fatemi accomodare, vorrei prendere l’autobus, mi sembrerebbe l’ideale, vorrei prendere l’autobus, ma non vorrei mai disturbare». Lo scopo, ribadito a ritmo di musica, è educare l’opinione pubblica sui diritti alla mobilità e al trasporto delle persone con disabilità

Gli altri video di Cronaca locale