Il geologo: ho scavato per 40 metri, nel colle del Castello di Udine non c'è roccia

Il colle del castello di Udine, ormai, non ha più segreti. Si sono concluse le indagini geologiche nei quaranta metri che separano la sommità del terrapieno da piazza Primo Maggio, e i risultati ottenuti, in qualche modo, hanno del sorprendente. «Non c’è roccia, come ci si attendeva – ammette il geologo incaricato dal Comune di effettuare le verifiche, Andrea Mocchiutti –, ma il colle è prevalentemente costituito da ghiaia e limo. Seguiranno ulteriori approfondimenti, ma la consistenza di quanto abbiamo trovato non pregiudica la realizzazione delle opere di collegamento pensate dal Comune».

Gli altri video di Cronaca locale