Covid, Tascini: "I tamponi vanno fatti solo quando ci sono i sintomi, sono più efficaci"

Migliaia di tamponi al giorno dopo le feste e per l’aumento dei contagi. Anche in Friuli Venezia Giulia è corsa al test per verificare l’eventuale positività. Un’operazione però che rischia di essere «priva di senso se non ci sono i sintomi». A dirlo è Carlo Tascini, direttore della Clinica di Malattie infettive di Udine. «I tamponi hanno una sensibilità che si aggira attorno al 60-70%, ecco perché spiegati i falsi negativi e i falsi positivi – aggiunge Tascini –. Lo screening è utile se il paziente ha sintomi poiché questi aumentano la pre-test probability».Sul numero di nuovi contagi per Omicron, l’esperto ribadisce che siamo di fronte a due tipi di malattia: «C’è quella dei vaccinati con terza dose o seconda che è più leggera. E c’è la forma più grave dei non vaccinati» (Video di Mattia Pertoldi)

Gli altri video di Cronaca locale