Andrea Lanfri: "Con il vaccino oggi avrei le mie gambe e le dita della mano"

«Non auguro a nessuno di passare quello che ho passato io». Parole profonde quelle pronunciate dall’atleta paralimpico Andrea Lanfri, di Pieve di Compito (Lucca), nell’aula 3 del polo universitario di via Tomadini, a Udine. Con poche frasi, l’atleta ha bocciato il movimento no vax e promosso le vaccinazioni. Lui non sapeva che poteva vaccinarsi contro la meningite, se l’avesse fatto oggi avrebbe le gambe e le sue sette dita delle mani. «Se fossi stato vaccinato, avrei contratto comunque la meningite, ma in forma più leggera e senza le evidenti conseguenze con le quali oggi convivo» (videoproduzioni Petrussi, a cura di Davide Vicedomini).

Gli altri video di Cronaca locale