Coronavirus, conto pesante per export luxury italiano in Cina: "Passati da 30% a prossimi allo zero"

Durante la presentazione della seconda edizione di MISAF, la Fiera delle scarpe e degli accessori‎ in programma a Milano dal 10 al 12 giugno, è stato fatto un bilancio sulle conseguenze generate dal coronavirus sul commercio cinese e di conseguenza sull'economia italiana. All’evento avrebbe dovuto partecipare anche la segretaria della Camera di commercio nazionale cinese per l’import e l’export delle calzature, Wang Ying, ma a causa del blocco aereo in atto in Cina per via del coronavirus, è stata costretta a intervenire solo attraverso una videoconferenza.
 
di Edoardo Bianchi

Gli altri video di Economia