Lettonia, abbattuto a Riga obelisco alto quasi 80 metri: era monumento simbolo dell’epoca sovietica

Un obelisco di cemento con stelle sovietiche in cima, che era il pezzo centrale di un monumento che commemorava la vittoria dell'Armata Rossa sulla Germania nazista, è stato abbattuto nella capitale lettone. Poco prima che l'obelisco venisse abbattuto, sono stati avvistati dei macchinari pesanti dietro una recinzione verde ai piedi della guglia. Gli scavatori hanno demolito la base dell'obelisco, alto quasi 80 metri, finché non è caduto e si è schiantato nel laghetto che lo circondava nel Parco della Vittoria. Decine di persone, alcune con bandiere lettoni avvolte sulle spalle, hanno applaudito e applaudito il crollo dell'edificio. È stato l'ultimo di una serie di monumenti sovietici abbattuti dopo l'invasione dell'Ucraina da parte della Russia. L'obelisco, composto da cinque guglie con tre stelle sovietiche in cima, si trovava tra due gruppi di statue: un gruppo di tre soldati dell'Armata Rossa e una donna che rappresentava la "Madrepatria". Il monumento è stato costruito nel 1985, quando la Lettonia faceva ancora parte dell'Unione Sovietica. L'ARTICOLO Ucraina - Russia, le news dalla guerra oggi: diventano un caso le parole del Papa su Dugina. Zelensky: "La Russia ha portato l'Europa a un passo dal disastro nucleare"

Gli altri video di Guerra Russia Ucraina