Scatta venerdì la rivoluzione del traffico alla Foce

Dirottare i flussi di traffico che dal ponente genovese si muovono verso i quartieri del levante dalla direttrice classica, via Cadorna - corso Buenos Aires, a quella alternativa che
da via Diaz passa per via Carlo Barabino. ? questo, in pratica, il nodo principale della “rivoluzione” del traffico che i genovesi si troveranno ad affrontare da venerdì mattina per permettere lo spostamento del cantiere per i lavori dello scolmatore del torrente Bisagno. Per fare spazio alla nuova tranche di lavori, della durata di circa 100 giorni, sarà quindi necessario portare corso Buenos Aires dalle attuali 4 corsie, tre delle quali verso levante, di cui una destinata ai bus, a due sole carreggiate, una per direzione di marcia. “Mentre nella direzione ponente la situazione resterà immutata, da venerdì le tre corsie verso levante di Corso Buenos Aires non ci saranno più - spiega il Vice Sindaco, Stefano Balleari, che ha la delega alla mobilità - ma ci sarà una
corsia sola, mista tra mezzi pubblici e privati”. Da qui la necessità, per evitare ingorghi, di spostare il traffico con una viabilità alternativa. “Abbiamo già provveduto ad aprire alle auto che provengono dalla Questura l’accesso a via Barabino che noi consigliamo come la strada più velocemente percorribile per chi deve andare in direzione levante (videoservizio di Fabrizio Cerignale)

Gli altri video di Cronaca