"Noi abbandonati, da oggi apriamo per protesta": a Bari la battaglia di alcuni commercianti

Le serrande sono alzate, le insegne illuminate. Diversi commercianti baresi costretti alla chiusura in zona rossa, a partire da oggi, partecipano all’iniziativa nazionale “Io apro”. Per la maggior parte di loro si tratta di una protesta simbolica, per lanciare un segnale e chiedere al Governo di essere ascoltati. "Protestiamo contro questa situazione d’abbandono totale da parte della politica nei confronti di noi commercianti - racconta Joseph Ferrante, titolare di un negozio d’abbigliamento - Non siamo comunque aperti al pubblico, per rispetto delle persone che in questo momento stanno soffrendo e perché non vogliamo essere etichettati come untori". C’è anche, però, chi ha deciso di aprire le porte ai clienti, come Nino Armenise: "Vogliamo far sentire il nostro disagio, rischiando anche di prendere un verbale. Sappiamo benissimo che rischia la multa anche il cliente: ci saranno i nostri avvocati che faranno ricorso anche per loro"
 
dio Gennaro Totorizzo

Gli altri video di Cronaca