Da Mastandrea a Riondino, gli artisti a sostegno del Cinema Palazzo: "Roma non è morta grazie a realtà di questo tipo"

Gli artisti si mobilitano a sostegno del Nuovo Cinema Palazzo. Lo sgombero della struttura nel quartiere San Lorenzo a Roma ha sollevato un ampio dibattito e molti esponenti del mondo dello spettacolo hanno partecipato a un'iniziativa svoltasi dinanzi lo stabile, per chiederne la riapertura. "Mi sento parte di una comunità che per ora è stata chiusa fuori dalla porta, ma spero che possa rientrare. Roma non è morta anche grazie a realtà di questo tipo. Se le istituzioni non si interfacciano con queste realtà, non governeranno mai la città", ha affermato Valerio Mastandrea, nel corso della manifestazione.

"È l'ultimo baluardo in un quartiere ormai irricevibile. Se si attacca il Cinema Palazzo è proprio finita", ha aggiunto Valerio Aprea, attore e abitante del quartiere. "Scendere in piazza quel 25 novembre è stato molto emozionante. Vedere le strade di San Lorenzo riempirsi ancora di resistenti e partigiani è stato un segno forte, di un quartiere che è ancora vivo", ha detto nel corso del suo intervento Michele Riondino.

di Luca Pellegrini

Gli altri video di Cronaca