Coronavirus, anche gli psicologi in prima linea: ''Così assistiamo i medici che lottano contro il virus''

"Paura di ammalarsi, paura di non farcela, difficoltà a riposare: sono questi i problemi principali dei medici e dello staff sanitario che lavorano negli ospedali colpiti dall'emergenza Coronavirus". Damiano Rizzi è uno psicologo clinico e dal 10 marzo, insieme ad altri nove colleghi della Ong Fondazione Soleterra, è in prima linea all'ospedale San Matteo di Pavia per offrire sostegno psicologico a pazienti, familiari e operatori impegnati ogni giorno nell’emergenza Covid-19 nei reparti di rianimazione, pronto soccorso e malattie infettive. "In questi giorni drammatici, i medici vivono un doppio isolamento: quello in ospedale, dove vivono bardati per dodici ore nella lotta contro il virus, e quello a casa, dove devono auto-isolarsi dalla famiglia. Una situazione mentale molto difficile". E conclude ricordando il momento più difficile di queste settimane: "Quando ho dovuto comunicare a una giovane paziente, anche lei positiva al Covid-19, che nel giro di qualche ora il virus le aveva portato via sia la mamma che il papà"

 

Intervista di Antonio Nasso

Gli altri video di Cronaca